Your browser is not fully supported. Please upgrade your browser.

La tua guida per vivere plastic-free
Se eri d’accordo sui divieti per le buste di plastica e porti sempre con te la tua borraccia per il lavoro o gli allenamenti, sei sulla strada giusta per vivere una vita “plastic-free”.

Sappiamo tutti che gran parte della plastica finisce in mare, ma hai mai pensato a tutta la plastica che non vediamo?
35%
Il 35% delle microplastiche presenti in mare derivano da indumenti sintetici.

Cosa sono le microplastiche? 

Microplastiche: minuscoli frammenti di plastica invisibili ad occhio nudo ed in grado di danneggiare il benessere dei nostri oceani e della fauna marina. Ogni anno, circa 0,6-1,7 milioni di tonnellate di microfibre vengono rilasciate in mare. Senza la collaborazione di tutti i cittadini del mondo, la quantità di microplastiche con diametro inferiore ai 5 mm continuerà a crescere di pari passo con la domanda di fibre sintetiche per la realizzazione di capi d’abbigliamento.

Cosa c’entra il mio guardaroba con le microplastiche?

Più di quel che pensi: quello che acquisti, indossi e lavi ogni giorno ha un impatto importante sulla salute del nostro pianeta.

Le fibre sintetiche, quali poliestere e acrilico, sono realizzate con plastiche derivate dal petrolio. Indossando e lavando indumenti realizzati con queste fibre, migliaia di microplastiche vengono rilasciate nell’aria o nei corsi d’acqua. Il quantitativo rilasciato dipende dalla fibra stessa e dal detergente utilizzato, ma gli studi stimano che durante un ciclo di lavaggio di 5 kg di tessuti in poliestere, vengano rilasciate in media 6 milioni di microfibre.

65
Nel 2016, per realizzare fibre tessili, si sono consumate 65 milioni di tonnellate di plastica.
Come eliminare la plastica dal tuo guardaroba
È arrivato il momento di iniziare una dieta priva di plastica per te e per il tuo guardaroba. Ecco dei semplici consigli da seguire:
  1. Imparare a leggere correttamente le etichette e scegliere capi in fibra naturale come la lana Merino, quando possibile.
  2. Scegliere ometti in legno o in materiali sostenibili rispetto a quelli di plastica.
  3. Non lavare i capi dopo ogni utilizzo. I vestiti in lana necessitano di meno lavaggi poiché sono resistenti sia agli odori che alle macchie. Un risparmio notevole di energia ed elettricità!
  4. Asciugare all'aria aperta anziché con asciugatrice.
  5. Cura e rammendo. Si è danneggiato il maglione preferito? Nella maggior parte dei casi il capo può essere rammendato e riutilizzato, senza doverlo smaltire in discarica. Circa 21 miliardi di tonnellate di tessuti vengono lasciati in discarica ogni anno. Tutti possono fare la propria parte per salvaguardare la natura.
  6. Cappotto in lana passato di moda? Si può regalare a famigliari o amici; i capi in lana sono sempre un buon investimento.
Individua un cambiamento che puoi attuare ed inseriscilo nella tua routine. Poi aggiungine un altro. Queste piccole scelte responsabili generano nel lungo periodo un impatto positivo.
Lauren Singer
Trash is for Tossers

La lana si presenta come una soluzione naturale per il problema globale dato dalle microplastiche

Essendo una fibra naturale, la lana non inquina i mari con microplastiche: la scienza ha dimostrato che la lana, anche quella lavabile in lavatrice, si biodegrada.

FIBRE DI LANA
  • Naturali
  • Biodegradabili
  • Riciclabili
  • Richiedono meno lavaggi
  • Rinnovabili
FIBRE SINTETICHE
  • Provenienti dal petrolio
  • Non biodegradabili
  • Necessitano la discarica
  • Richiedono più lavaggi
  • Non rinnovabili

Alcuni capi su cui investire per ottenere un guardaroba plastic-free

Fare sport senza indossare plastica
Ci alleniamo per rimanere in salute e in forma, nonché per ridurre lo stress. Ma hai mai pensato all’impatto che i tuoi indumenti da palestra potrebbero avere sull’ambiente?
  1. Non utilizzare più buste di plastica per trasportare indumenti da palestra usati.
  2. Usa una bottiglia d’acqua riciclabile o una borraccia.
  3. Sostituisci una seduta in palestra con un allenamento all’aperto.
  4. Scegli capi sportivi realizzati con fibre naturali. Sappiamo bene che è difficile trovare indumenti sportivi naturali al 100%, ma ci sono tantissimi indumenti di activewear realizzati in misto lana Merino che riducono l’impatto ambientale.
  5. L’activewear in fibre naturali richiede meno lavaggi, quindi potrai utilizzare meno indumenti. Ricordati di utilizzare una sacca per il lavaggio Guppy Friend per lavare in lavatrice capi sintetici.

Abbigliamento sportivo plastic-free

Vuoi saperne di più? Ecco altri 5 motivi per indossare la lana Merino durante i tuoi allenamenti:


Resistente agli odori

A differenza delle fibre sintetiche, la lana Merino assorbe umidità e vapori, riducendo quindi il sudore. I cattivi odori vengono assorbiti dalla fibra e rilasciati durante il lavaggio.

Naturalmente traspirante

La lana Merino è tra le fibre più traspiranti perché in grado di assorbire l’umidità per poi trasferirla verso l’esterno.

Termoregolazione

La lana Merino non è una fibra passiva come quelle artificiali ma è in grado di reagire in maniera attiva alla temperatura corporea, aiutandoti a stare caldo quando fa freddo e fresco quando fa caldo.

Elasticità naturale

La naturale elasticità della lana Merino permette ai capi realizzati con questa fibra di adattarsi facilmente ai tuoi movimenti, senza mai perdere la forma originale.

Resistente ai raggi UV

La lana Merino assorbe le radiazioni UV proteggendoti dal sole, quindi è l’ideale per tantissime attività all’aperto.

Aiutare le aziende ad affrontare l’inquinamento causato dalla plastica

Grazie al progetto “Plastic Leak”, i brand hanno ricevuto, per la prima volta nella storia, delle linee guida per misurare l’inquinamento dovuto alla plastica lungo l’intera filiera. Questa metodologia scientifica permette di identificare la diffusione di plastica nell’ambiente dando ai brand la possibilità di migliorare tali processi e ridurne la quantità e l’impatto ambientale.

SCARICA LE LINEE GUIDA